icona_social_facebook.png

Pochi e veloci passaggi per un invernaggio perfetto della barca

Avrete sicuramente sentito dire che, finita la bella stagione, arriva il momento di pensare all’invernaggio della propria barca.
Ma cosa si intende con invernaggio? L’invernaggio altro non è che l’insieme di operazioni di cura e manutenzione da svolgere prima di mettere “a riposo” la vostra imbarcazione.

 

Perchè scegliere l’invernaggio

Un lungo periodo di inattività può creare diversi problemi a una barca. I metalli possono ossidarsi, le vele ammuffire, i legni deteriorarsi e molto altro. Ecco perché l’invernaggio è il modo migliore per prevenire danni e risparmiare su future spese di manutenzione.
Un invernaggio perfetto quindi non dovrà trascurare nessun elemento della vostra barca.

 

Esterni e vele

Un primo passo per una barca perfetta è pulire a fondo lo scafo. Basteranno spugne, scope o un’idropulitrice e prodotti per la pulizia adatti al vostro scafo. In questo modo potrete tranquillamente rimuovere elementi residui – come la vernice antivegetativa – e preservare al meglio la carena. È bene inoltre rimuovere la ruggine dalle superfici metalliche con panni abrasivi e prodotti appositi per poi trattarle con prodotti lucidanti.

L’invernaggio delle vele è altrettanto semplice: bisognerà individuare eventuali graffi e rimediarvi. Dopodiché si potranno rimuovere, lavare e riporre all’asciutto senza dimenticare di lubrificare l’albero.

 

Interni

L’invernaggio degli interni prevede una pulizia approfondita di tutti gli spazi dell’imbarcazione. Anche in questo caso sarà bene servirsi di prodotti adatti alla vostra barca, dopo una passata di acqua dolce. La toilette in particolare va passata con aceto e disinfettante. È fondamentale sigillare ogni apertura con retine di ferro per prevenire l’ingresso dei topi. Per evitare la formazione di muffe si dovranno lucidare le superfici con candeggina e svuotare a dovere le sentine.

 

Motore

La manutenzione del motore è una parte fondamentale del processo di invernaggio. Bisognerà bruciare il carburante residuo e verificare lo stato dei filtri delle valvole. Dopodiché, per i motori entrobordo, sarà bene effettuare un riciclo: lasciar correre il motore per circa 30 minuti e servirsi di acqua dolce per il raffreddamento. Il procedimento per i motori fuoribordo prevede invece l’utilizzo di apposite cuffie. In seguito sarà bene smontare gli iniettori, riempire le camere dei cilindri di olio e rimontarli senza stringerli troppo. Questo procedimento è fondamentale per prevenire le incrostazioni

 

Batterie e bombole

Per trovare sempre la vostra barca al meglio è importantissimo staccare le batterie e metterle sotto carica. La scelta migliore sono piccoli pannelli solari o pannelli normali uniti a un regolatore. Infine, per completare l’invernaggio, è fondamentale staccare le bombole del gas e chiudere le prese a mare.

I serbatoi dell’acqua vanno svuotati e trattati con aceto e in seguito con amuchina. In questo modo si potrà prevenire la formazione di microorganismi. I serbatoi del gasolio vanno invece lasciati pieni: così preverremo la formazione di bolle d’aria e proteggeremo le pareti interne.


Ecco in breve tutti i passaggi fondamentali per un corretto invernaggio. Seguiteli con cura per consegnare la vostra barca al rimessaggio e ritrovarla in perfette condizioni e pronta a navigare per l’estate!

Da oltre 25 anni ci prendiamo cura della tua più grande passione: la vela.
Contattaci, parla con un esperto e scopri il modello più adatto a te

Condividi:

Categorie:

Ti potrebbe interessare:

Vela Cup ed Elan Cup 2022

Il 23 luglio, nella magica cornice di Venezia, si terrà la Elan CUP 2022 nell’ambito della regata TAG Heuer Vela CUP – Round The Lido

101 giorni alla Barcolana

Mancano 101 giorni alla Barcolana e, proprio a 101 giorni dal colpo di cannone che darà il via alla 54esima edizione, Mitja Gialuz, presidente dell’impronunciabile

Ti è piaciuto quest'articolo?

Ricevi in anteprima le novità in esclusiva.

Ti è piaciuto quest'articolo?

Ricevi in anteprima
le novità in esclusiva.