icona_social_facebook.png

Comunicare a bordo

Comunicare a bordo

Comunicare a bordo velocemente e avere in barca i corretti strumenti, è importantissimo e utile per la sicurezza dell’equipaggio e per ricevere e inviare informazioni fondamentali dalla terra ferma alla barca e viceversa.
La scelta, in termini di attrezzatura e strumentazione, presenta diverse possibilità.
Vediamo insieme quali sono le componenti utili e quali sono quelle obbligatorie per comunicare a bordo e garantire, così, un viaggio sicuro e sempre connesso.

 

Radio VHF

La radio VHF (Very High Frequency) è fondamentale per comunicare a bordo e si tratta di uno strumento obbligatorio per legge, in grado di comunicare a tutte le stazioni e le unità a distanza di copertura.
Modelli più recenti dispongono del sistema DSG (Digital Selective Calling), che, premendo un singolo pulsante, permette al VHF di comunicare l’identificativo e la posizione del veicolo a qualsiasi altro apparecchio DSG a portata.

 

Antenna VHF

Un’antenna VHF adeguata, è indispensabile per massimizzare la copertura del segnale e garantire una comunicazione chiara. È consigliato installarla in un punto elevato dell’imbarcazione, lontano da ostacoli metallici e regolarne l’altezza in maniera ottimale, in modo da ottenere il miglior segnale possibile.

 

Radio SSB

La radio SSB (Single Sideband) è uno strumento essenziale per la comunicazione a lungo raggio in barca. A differenza delle radio VHF tradizionali le radio SSB utilizzano la modulazione di banda laterale singola per trasmettere segnali vocali e dati su lunghe distanze. Questo permette alle imbarcazioni di comunicare con altre navi e stazioni terrestri anche in aree remote e senza copertura cellulare, infatti, le radio SSB possono raggiungere distanze di centinaia di miglia nautiche.

 

EPIRB

L’EPIRB (Emergency Position Indicating Radio Beacon) non è solamente uno strumento di comunicazione ma è un vero e proprio strumento di sicurezza, cruciale in caso di emergenza in barca. Questo dispositivo, infatti, attiva automaticamente un segnale di soccorso con l’esatta posizione dell’imbarcazione tramite il sistema di satelliti COSPAS-SARSAT. Il sistema poi riinvia la comunicazione a tutte le stazioni COSPAS a terra. Inoltre, esistono EPIRIB con GPS incorporato che permetto una collocazione ancora più precisa della vostra imbarcazione.

 

Telefono satellitare

Nelle zone lontane dalla copertura delle reti cellulari, un telefono satellitare è un’ottima soluzione come strumento di comunicazione da tenere “on board”. Esistono diverse tipologie che si differenziano principalmente in base all’ampiezza della rete satellitare a cui sono connessi e alla chiarezza della trasmissione. Iridium e Globalstar sono ad oggi i due sistemi più utilizzati come telefoni satellitari.

 

Dispositivi mobili per comunicare a bordo

Smartphone e tablet sono diventati strumenti essenziali per comunicare a bordo. Il grosso limite, però, è il loro raggio d’azione. A differenza di VHF e telefoni satellitari, infatti, riescono a comunicare solo entro 10 miglia dalla costa. Se tuttavia, vi dedicate a una navigazione meno “esplorativa”, possono rivelarsi uno strumento utilissimo, soprattutto se usato insieme ad applicazioni di navigazione marittima per monitorare le condizioni meteo, pianificare le rotte e comunicare con altri equipaggi.


Ecco i principali e più usati, metodi di comunicazione a bordo che permettono di mantenere il contatto fra la vostra imbarcazione e la terra ferma. Controllate di avere a bordo le strumentazioni obbligatorie, che le radio siano sulla giusta frequenza e… Partite in tutta sicurezza


Buon vento!

Da oltre 25 anni ci prendiamo cura della tua più grande passione: la vela.
Contattaci, parla con un esperto e scopri il modello più adatto a te

Condividi:

Categorie:

Ti potrebbe interessare:

Il meteo in barca

La capacità di prevedere il meteo in barca è fondamentale per una navigazione tranquilla, sicura e divertente. Per questo, nonostante gli strumenti che la tecnologia

Le vele

Quando parliamo di barche a vela non possiamo prescindere, appunto, dalle vele. Numero, forma e funzione sono tra le prime nozioni che ci vengono insegnate.

Il decalogo del marinaio

Predico bene e poi razzolo male, ma mi auguro che ci saranno certamente tanti altri appassionati di mare molto più bravi di me che, senza

Ti è piaciuto quest'articolo?

Ricevi in anteprima le novità in esclusiva.

Ti è piaciuto quest'articolo?

Ricevi in anteprima
le novità in esclusiva.